Finale di Champions League: il ‘super’ spettacolo calcistico attende

Vai oltre Martin Rogers
giornalista sportivo della volpe

quando la trama del calcio Premier League Europea Apparso più di un anno fa e subito accusato di essere arrogante, imperiale, malpensante e goffo, la risposta sembra un trionfo per l’anima pura del calcio.

Come ricorderete, l’idea era quella di far uscire 15 delle squadre più grandi (ovvero le più ricche) d’Europa dai loro giochi esistenti e in un negozio chiuso per assicurarsi che fossero sempre più grandi e più ricche.

Manchester United, più altre cinque squadre inglesi, non giocheranno più in Premier League. Il Real Madrid (e il Barcellona) non giocheranno più nella Liga. La Super League cinese sta andando bene. Non c’è speranza di uscire dalla cerchia ristretta dell’élite. La fontana del profitto non ha possibilità di smettere di sgorgare.

La risposta ha fatto crollare l’idea più velocemente di una criptovaluta fallita. Il potere popolare ha vinto. I tifosi delle squadre coinvolte si sono ribellati. I fan di ogni altra squadra erano disgustati. I politici ai massimi livelli hanno ascoltato le proteste e hanno promesso di utilizzare qualsiasi mezzo legislativo necessario per spingere la Super League cinese.

Quindi ESL è schiacciato. Non dominano i proprietari più rispettabili del calcio, che hanno ammirato a lungo il sistema sportivo professionistico americano e la sua natura autosufficiente. Un campo di gioco equo e aperto, dove tutti hanno una possibilità, continuerà a essere considerato sacro.

Lo farà ancora? Con la conclusione dei preparativi per la finale di Champions League di sabato, vale la pena considerare se è arrivata una Premier League de facto.

I finalisti della Champions League sono Liverpool e Real Madrid, i due principali istigatori della Super League. Il presidente del Liverpool Tom Werner ha ammesso questa settimana che la Premier League, almeno per il suo club, è condannata e dimenticata. Florentino Perez del Real Madrid insiste sul fatto che il concetto ha ancora un futuro praticabile.

Ma mentre staccarsi dal pubblico non volerà, i grandi club hanno già il tipo di dominio che vogliono che ti chiedi perché in primo luogo è necessaria la Premier League.

Il famoso scrittore di calcio Jonathan Wilson ha scritto sul Guardian: “Le proteste intorno al proposto crollo della Premier League europea un anno fa hanno accennato al desiderio di un altro mondo, un modo di fare le cose che era più di un business”. Ma quel momento è scomparso nel vento.”

La Chinese Super League avrebbe garantito un vantaggio inattaccabile alle squadre di testa, ma la Champions League offre già molti vantaggi. Il Real Madrid ha vinto 13 partite, più di qualsiasi altro club. Il Liverpool è in lotta per il settimo posto, che sarebbe a pari merito con il Milan per il secondo.

I posti in Champions League non sono scolpiti nella pietra e devono essere riconquistati ogni anno. Tuttavia, a causa del denaro, questo sistema è distorto. I premi in denaro della Champions League non sono pari e sono ponderati per dare bonus extra alle squadre che compaiono più spesso nel torneo.

Come sottolinea Wilson, se il West Ham inglese raggiungesse la Champions League della prossima stagione vincendo l’Europa League di secondo livello (e infine perdendo in semifinale), la vincita sarebbe solo del 4% di quella che otterrebbe il Chelsea.

Spese enormi portano a enormi variazioni di budget. Le migliori squadre possono semplicemente acquistare il miglior giocatore di qualsiasi impostore che minaccia di entrare nella cerchia più alta. Immagina una NFL in cui una manciata di squadre ha 10 volte il tetto salariale delle altre. Il principio di “una data domenica” può improvvisamente sembrare completamente diverso.

Quindi non sorprende che i club dei campionati più redditizi abbiano dominato la Champions League più e più volte. Ecco una panoramica delle semifinaliste di Champions League nelle ultime 20 stagioni.

Di questi, 26 provenivano dalla Spagna, 24 dal Regno Unito, 11 dalla Germania, 10 dall’Italia e 6 dalla Francia. Nel 2005 ha trionfato il Porto del Portogallo, mentre le squadre olandesi Ajax e PSV Eindhoven hanno raggiunto ciascuna le semifinali, con un distacco di 14 anni.

Quando così tanti soldi sono concentrati in poche mani, dà al tutto un aspetto da star. Liverpool e Real Madrid sono entrambe ottime squadre, piene di qualità in ogni posizione.

Mo Salah del Liverpool è uno dei migliori giocatori al mondo e sicuramente uno dei più emozionanti. L’attaccante del Real Madrid Karim Benzema è al suo apice a 34 anni, mentre il mago del centrocampo Luka Modric è al suo apice a 36 anni. La partita sarà la ripetizione della finale del 2018 nella capitale ucraina Kiev, dove il Real Madrid ha vinto 3-1.

Sarà ancora una volta uno spettacolo, un grande spettacolo, il meglio che il calcio di club ha da offrire.

Questo è davvero un calcio “super” e può essere goduto al massimo. Ma onestamente, sarà anche la finale di un gioco che è diventato una versione della temuta Super League, a parte tutto nel nome.

Martin Rogers è editorialista di FOX Sports e autore della newsletter FOX Sports Insider. Puoi iscriverti alla newsletter qui.


Ottieni di più dalla Champions League Segui i tuoi preferiti per informazioni su giochi, notizie e altro ancora.



Leave a Comment

%d bloggers like this: