Gabon / COVID-19: aggiornamento vaccinale per sabato 5 marzo 2022.

Stato vaccinale contro il Covid-19 in Gabon

Per quanto riguarda la vaccinazione, sono stati aperti 93 siti nelle province di Istwer, Ogoye Maritime, Ogowi, Ogwi-Lolo, Nyanga, Ngoni, Moen-Ogwe, Ogwe-Evindo e Lulu-Ntim, di cui 55 siti fissi e 38 strategie mobili di di cui 13 nelle aziende private e 25 nelle pubbliche amministrazioni. Ci sono 188 vaccinati oggi, uno dei quali ha ricevuto la terza dose, 61 seconde dosi e 126 prime dosi, comprese 81 dosi del vaccino Johnson e Johnson. Sono così distribuiti:

Contea di Eswyer: 91 volontari su 91 hanno ricevuto la prima dose il 5 marzo, portando il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea a 208.740.

Provincia di Ogooué-Maritime: 0 vaccinati Il 5 marzo il numero totale di persone vaccinate ammissibili nella provincia è 29.542.

Contea di Haut-Ogoye: 02 dei 02 volontari hanno ricevuto la prima dose il 5 marzo, portando il numero totale di persone idonee vaccinate nella provincia a 13.699.

Contea di Ogooué-Lolo: 0 vaccinati il ​​5 marzo, il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea è 3131.

Contea di Nyanga: 0 vaccinati il ​​5 marzo, il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea è 3.052.

Provincia di Nguni: ventisei dei 26 volontari hanno ricevuto la prima dose il 5 marzo, portando il numero totale di persone idonee vaccinate nella provincia a 16.806.

Contea di Moyen-Ogooué: 0 vaccinati il ​​5 marzo, il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea è 7.617.

Contea di Ogooué-Ivindo: 0 vaccinati il ​​5 marzo, il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea è 4.994.

Contea di Woleu-Ntem: 07 volontari su un totale di 07 hanno ricevuto la prima dose il 5 marzo, portando il numero totale di persone idonee vaccinate nella contea a 9.727.

In totale, ad oggi, sono arrivati ​​nei vari siti 303.983 volontari e 297.308 (97,80%) degli idonei sono stati vaccinati. Inoltre, un totale di 250.565 volontari ha ricevuto una vaccinazione completa e 1.105 dosi di richiamo. Rispetto all’obiettivo pianificato del 50% della popolazione vaccinata totale, il tasso di copertura vaccinale totale è del 24,69% e il tasso di prima dose è del 29,29%. Tra i vaccinati, il 71,29% (n = 211946) erano uomini, il 4,74% (n = 14105) aveva più di 60 anni; Il 4,01% (n = 11909) soffriva di ipertensione, l’1,09% (n = 3248) soffriva di diabete. Gli operatori sanitari rappresentavano il 2,81% (n = 8360) dei vaccinati, il personale DSF il 5,99% (n = 17.820). Non sono stati segnalati effetti collaterali significativi.

La vaccinazione è una misura preventiva complementare alle misure di barriera. Chi è stato vaccinato è chiamato a continuare ad applicarlo proprio, per non contaminarsi e mettere in pericolo la vita di chi non è stato vaccinato.

Inoltre, la vaccinazione non è in alcun modo una cura per il COVID-19. Il Comitato nazionale per la vaccinazione contro il Covid-19 (COPIVAC) rileva inoltre la necessità che chiunque abbia una diagnosi confermata, presenti o presenti nelle settimane precedenti il ​​giorno della vaccinazione, un sospetto sintomo di Covid-19, una febbre curata come la malaria , di non essere vaccinato e di informare il team di vaccinazione . Quest’ultimo indirizzerà il volontario interessato a un centro di screening Covid-19.

Leave a Comment

%d bloggers like this: