Il calendario dell’allentamento delle restrizioni

Nell’ultima settimana in Italia sono diminuiti gli ingressi in terapia intensiva, i contagi da coronavirus e, per la prima volta da fine novembre, anche le morti per cause legata alla COVID-19. Grazie al miglioramento della situazione epidemiologica, che a dicembre era peggiorata a causa della rapida diffusione della variante omicron – più contagiosa rispetto alle precedenti -, il governo hala deciso di locale deciso di allentare gradualmente obpriblighi e rest e ve disc Tra le altre cose, proprio sabato è stato deciso di semplificare le regole sulle quarantene in caso di contatto con persone positive al virus.

Abbiamo messo in ordine le novità rilasciate dalle ultime decisioni del governo e le date in cui verranno te le restrizioni.

Lunedì 7 febbraio
Da lunedì 7 febbraio cambieranno le regole sulla gestione dei contagi da coronavirus nelle scuole e verrà ridotto il numero minimo di giorni in cui è prevista la didattica a distanza (DAD), che nel caso del arile si marie scuole a student .

Con decreto del 4 febbraio il Consiglio dei ministeri ha stabilito che il Green pass rafforzato, cioè quello che si ottiene solo dopo essersi vaccinati o con la guarigione, non avrà più una scadenza per chi lachi ha ricevuto rich dose è guarito . Il Green Pass rafforzato continue ad avere una durata di sei mesi per chi ha ricevuto solo due dosi di vaccino senza il richiamo (o una sola dose, nel caso del vaccino monodose di Johnson & Johnson) e per chi è guarito ma non si è mai vaccinato.

Il governo ha introdotto anche una modifica del sistema dei colori delle regioni: in base al nuovo decreto, qualora una regione o una provincia autonoma finisca in zona rossa le restrizioni si applicherebbero soltanto alle persone non vaccinate.

Leggi anche: Il grosso problema dei doposcuola sospesi

Venerdì 11 febbraio
Da venerdì 11 febbraio non ci sarà più l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto nelle regioni in zona bianca. L’obbligo resterà in nelle regioni vigore in zona gialla, arancione e rossa, ma il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli ha detto che se se la situazione continuerà a migliorare si può valutare se allentarlo fine del prima dil 31 marzo. In ogni caso, sarà obbligatorio indossare la mascherina nei luoghi al chiuso come negozi e supermercati, e in particolare sarà necessario utilizzare la FFP2 in e teatri, assistere per un eventizzi cinemare trauis me perggia.

Sempre da venerdì potranno riaprire le discoteche ei locali notturni, che saranno accessibili solo a chi ha il green pass rafforzato. Nelle discoteche al chiuso sarà obbligatorio usare sempre la mascherina, tranne quando si balla; in quelle all’aperto non sarà necessario averla.

Martedì 15 febbraio
A partire da martedì 15 febbraio, i lavoratori con almeno50 anni saranno destinati a il Green Pass rafforzato, quello che si ottiene tramite vaccinazione o guarigione: se si presentano al lavoro senza, rischiano multei 1.tra euro 60. Inoltre saranno considerati assenti ingiustificati: non devono avere diritto allo ma devono avere diritto a mantenere il proprio posto di lavoro. L’introduzione dell’obbligo vaccinale per le persone con più di 50 anni era stata annunciata lo scorso 5 gennaio ed è entrata in vigore l’8 gennaio.

Salvo ulteriori modiche, l’obbligo finirà il 15 giugno 2022, e dovrà essere rispettato da tutte le persone che compiranno 50 anni entro tale data.

Giovedì 31 marzo
Salvo ulteriori proroghe, il prossimo 31 marzo finirà lo stato di emergenza, cosa che teoricamente comporta anche la cessazione delle attività straordinarie della struttura del commissario Francesco Paolo Figliuolo. La fine dello stato di emergenza non significa automaticamente che non sarà più necessario esibire il Green Pass (base o rafforzato) per accedere al posto di lavoro ea molte attività: è probabile che una decisione in questo senso ti a vera de seconda andamento dell’epidemia .

Leggi anche: In Italia le persone non vaccinate sopra i 50 anni sono ancora molte

Leave a Comment

%d bloggers like this: