Il compositore John Estrand discute la musica di Morbius



Ekstrand voleva che parti della colonna sonora assomigliassero a uno sciame di pipistrelli.


Per il compositore Jon Eckstrand, la decisione di oscurare la musica Morbio È stato facile. Non solo ci sono elementi horror nel DNA del vampiro protagonista Spider-Man, ma è anche uno stile e una tavolozza in cui il compositore svedese si trova particolarmente abile. Armato con un vero e proprio esercito di sintetizzatori analogici, tecnologia musicale all’avanguardia e una vasta esperienza, la propensione di Ekstrand per la natura atmosferica e sinistra lo rende la mente audio perfetta per scatenare l’ultimo sforzo cinematografico della Marvel.

Aver collaborato con Morbio Daniel Espinosa regista di progetti come VitaE 44- BambinoE Snapa contantiLa riunione della coppia non è stata una sorpresa. Tuttavia, nessuno dei due avrebbe potuto prevedere il viaggio via terra di quasi 4 anni Morbio li prenderà. Nonostante abbia dovuto superare innumerevoli ritardi, ritardi di rilascio e relazioni creative di vasta portata, Ekstrand alla fine ha prodotto una colonna sonora che ruota attorno al film come un delizioso mantello di velluto scuro. Musica in dotazione Morbio È davvero diverso da qualsiasi cosa la Marvel abbia offerto prima.

Per celebrare l’ultima uscita nelle sale del film (finalmente!), abbiamo invitato Ekstrand a tornare con noi nella grotta dei pipistrelli per discutere di musica Morbioil suo amore per l’horror e come il suo continuo rapporto professionale con Espinosa alla fine li avvantaggia entrambi.

terrore medio: Non è un segreto che questo film sia in produzione da molto tempo. Quando hai partecipato per la prima volta e qual è stato il tuo approccio iniziale alla registrazione di film?

John Estrand: Daniele [Espinosa] Abbiamo lavorato insieme a molti dei suoi film. Penso che si sia avvicinato a me (sono passati molti anni ormai), forse tre o tre anni e mezzo fa? Quindi, si è avvicinato a me e ha detto che l’avrebbe fatto Morbio film di supereroi. E ad essere onesto, mi ero quasi dimenticato chi fosse Morbius. Ho dovuto cercarlo. Poi, quando l’ho visto nei fumetti di Spider-Man, ovviamente l’ho ricordato.

È davvero una grande opportunità per fare un film di supereroi e ho pensato che fosse particolarmente bello con Morbius perché questo è un personaggio così oscuro e antieroe. Questo tipo di musica si adatta a me e al tipo di musica che mi piace scrivere. Non ci sono molti accordi principali nella mia musica. È fondamentalmente buio. Fin dall’inizio, abbiamo subito deciso di volere un colpo pesante e composto che ci guidasse davvero.

Volevamo anche scegliere elementi di suoni di pipistrelli per cercare di far suonare il lavoro a volte come uno sciame di pipistrelli. Volevamo provare questo genere di cose. Quindi, abbiamo creato molti suoni che potrebbero suonare come un sonar e cose del genere. Era troppo presto. Inoltre, una delle cose principali che dovevamo chiamare – o almeno avere – erano i riferimenti al tipo di film che amavo da adolescente. Sono cresciuto negli anni ’80 e amavo i film di John Carpenter, quindi questo ha avuto un enorme impatto su di me. È stata tutta la mia vita che amo ancora quei film. È stata una cosa importante fin dall’inizio che questo fosse un omaggio a quel tipo di film.

DC: Vorrei parlarne un po’ di più. L’unica cosa che mi ha davvero colpito di questa colonna sonora è stata quanto sia stato difficile scendere in quegli elementi dell’horror e abbracciare musicalmente il genere horror.

J.E.: Abbiamo deciso all’inizio di rendere Morbius un personaggio terrificante. Quello era il film iniziale su cui abbiamo lavorato e penso che sia stata la cosa davvero interessante di farlo. Abbiamo davvero cercato di rendere il personaggio il più spaventoso possibile. È un antieroe che prova i pipistrelli e probabilmente non è la cosa più etica da fare. In realtà fa queste cose e poi diventa un mostro. Quindi, tutto indica questo per me e Daniel. Inoltre, abbiamo pensato che sarebbe stato bello farlo perché non ci sono stati film di supereroi che puntano in quella direzione con il risultato. che sta davvero cercando di diventare horror; Almeno l’hai sentito o visto. Penso di aver visto la maggior parte di loro ora, ma probabilmente ci sono alcuni film che mi sono perso. C’è molto ora. [Laughs]

Capitale: I vampiri hanno un’eredità cinematografica e Morbio Rientra sicuramente anche in questa categoria. Ti sei trovato a fare riferimento o a cercare ispirazione da qualcuno di questi film?

J: Voglio dire, ho anche amato i film sui vampiri sin da quando ero un ragazzino. Ricordo di aver visto Dracula Bram Stoker Quando ero nella mia tarda adolescenza. Per me è stato meraviglioso. Moda e tutto. Inoltre, il risultato che Wojciech Kellar ha ottenuto per questo obiettivo è piuttosto sorprendente. Penso che abbia il tono classico fino al punto dell’orrore. Questo risultato mi ha sempre ispirato e lo ascolto sempre perché penso che sia un ottimo risultato. Quindi immagino che sia sempre stato lì, a dimorare sullo sfondo.

Ma poi, penso anche che sia solo una rappresentazione del mostro che si alza di nuovo, capisci? È vivo! Penso che ciò abbia avuto un enorme impatto sul risultato e sul mantenimento di tutti quei film. Sai, il mostro di Frankenstein, Experiment, Jekyll e Hyde, ecc. È sempre stato un po’ presente durante tutto il processo e loro saranno sempre sullo sfondo.

Capitale: Ho usato il termine antieroe molte volte per descrivere il personaggio di Michael Morbius. È questo personaggio che non è né totalmente buono né totalmente cattivo e lo vediamo lottare con questo mentre si trasforma sia in senso letterale che figurato. Come ti sei avvicinato alla registrazione del suo personaggio e al riflesso di quel delicato equilibrio all’interno della sua musica?

J.E.: Oh, questa è una domanda difficile. Ma penso che l’idea iniziale fosse quella di essere davvero arrogante riguardo al personaggio e al modo in cui viene presentato tutto il tempo. Volevamo mantenere il tipo di keynote di presentazione di John Carpenter in modo che fosse come “Ecco Morbius!” E ci sono diversi punti nel film in cui lo facciamo. Penso che sia probabilmente uno dei momenti salienti che abbiamo davvero cercato di afferrare e renderlo sempre più intimidatorio. E anche per dargli un design che ne evidenzi le potenzialità.

DC: Quel punteggio è piuttosto pesante, ma probabilmente non nel modo in cui la gente potrebbe pensare. Invece di godersi l’atmosfera nostalgica degli anni ’80, questo ha un suono più malinconico degli anni ’90. Qual è il tuo rapporto personale con questa era della musica elettronica e perché hai scelto di utilizzare questa tavolozza di colori?

J.E.: Per me, ho iniziato ad apprezzare davvero la musica negli anni ’90. Mi interessava anche la musica elettronica. Quindi, sono davvero felice che tu lo dica perché, ovviamente, dovrebbe essere un omaggio a The Prodigy e The Chemical Brothers e Underworld e cose del genere. Sono cresciuto ascoltando quella musica e mi è piaciuto molto. Questa era una delle cose principali che volevo davvero ottenere con questo risultato. Non volevo fare un suono degli anni ’80 perché diventa più morbido e gentile. È un po’ più…nostalgia e dintorni. Direi anche che è un po’ comodo. Ma penso che gli anni ’90 siano molto simili a “Andiamo a fare rave”. [Laughs] Quindi, questa è stata una grande ispirazione. Anche perché ascolto e amo ancora quella musica.

DC: Storicamente, la musica elettronica è stata spesso usata nella musica da film per rappresentare il futuro, l’Altro, qualcosa di soprannaturale o un altro mondo, mentre la musica orchestrale tende a connettersi con l’umanità. Sebbene questa idea si sia certamente evoluta, queste idee funzionano ancora bene in determinate situazioni, ad esempio Morbio. Era un’idea a cui stavi pensando consapevolmente mentre componevi?

J.E.: È un concetto a cui stiamo pensando. Soprattutto qui perché ha mescolato il suo sangue. È una connessione molto stretta che ti fa pensare in quel modo. E poi, naturalmente, abbiamo iniziato a pensare al battito cardiaco e al flusso sanguigno e a usare alcuni dei nostri relè per descrivere approssimativamente i cambiamenti del DNA che vedi sullo schermo. Diventa anche come suoni di laboratorio ecc. Inoltre, senza rovinare, i cerchi di pipistrelli attorno a Michael Morbius sono un vortice di cose su cui costruire su questo. Così sicuro. Usiamo questo elemento quasi come un trucco per trasmettere i due mondi subconsci che stiamo cercando di controllare.

Capitale: Ho lavorato con Daniel molte volte prima di allora. Dato che questa è stata la prima avventura Marvel per entrambi, devo immaginare che sia stata una buona idea avere quella dinamica preimpostata su cui attingere. Com’è stato lavorare con lui su questo e ritieni che questo fosse un vantaggio?

J.E.: Penso di sì. Lo abbiamo fatto durante la pandemia e ovviamente non potevamo viaggiare. Daniel era a Los Angeles e io ero qui nel mio studio a Stoccolma. Logisticamente tutto era più difficile. Quindi è stato davvero bello avere Daniel ed è un regista di cui mi posso fidare e poi può fidarsi di me ecc. Penso che sia stato buono in molti modi. È sempre una buona idea lavorare con qualcuno che ha fatto molti film insieme perché c’è una certa sicurezza. Ti senti come se avessi un backup e puoi anche dare loro musica davvero scadente e non diranno “Cos’è quello?! Sei licenziato!” Perché sanno che puoi solo riscriverlo. È una cosa molto migliore e puoi avere un dialogo più aperto. Posso anche aiutarlo e avere buone discussioni senza sentirmi come se dovessi pestare i piedi a qualcuno. Ci conosciamo molto bene

Capitale: Sei interessato a registrare un film horror completo e completo? Sento che la tua voce è perfetta per questo.

J.E.: Questa è la cosa! Suonerà un po’ come vendere me stesso, ma immagino sia la cosa che avrei dovuto comporre in realtà. Non ho mai avuto una possibilità. quando l’ho fatto VitaEra horror di fantascienza, poi anche quello, ma mi piace fare film horror. Assolutamente. Quindi chiunque legga questo facendo un grande film horror, per favore contattami. E se l’A24 vuole fare qualcosa, può semplicemente chiamarmi. [Laughs]

Morbius sta attualmente suonando nei teatri di tutto il mondo.

Iscriviti alla newsletter di The Harbinger a Dread Central

Leave a Comment

%d bloggers like this: