Il Regno Unito approva il vaccino del laboratorio franco-austriaco Valneva

Pubblicato in:

Londra ha finalmente approvato un vaccino contro il Covid-19 del laboratorio franco-austriaco Valneva, sette mesi dopo la scadenza del contratto per 100 milioni di dosi. Questo è il sesto vaccino contro il Covid-19 ad essere autorizzato nel Paese.

Il vaccino Covid-19 di Valneva è stato approvato dal regolatore britannico, l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA), rassicurando il laboratorio franco-austriaco dopo la risoluzione del contratto con il governo britannico.

“Il vaccino Covid-19 sviluppato da Valneva oggi ha ricevuto l’approvazione normativa dall’MHRA”, ha annunciato l’agenzia giovedì 14 aprile in una dichiarazione in cui affermava che l’autorità di regolamentazione del Regno Unito è stata la prima al mondo ad “approvare”.

>> Leggi anche su France24.com: “Rimozione dei brevetti per i vaccini COVID-19: la questione arrabbiata al vertice UE-UA”

Valneva aveva già ricevuto un’autorizzazione all’uso di emergenza per VLA2001 nel Regno del Bahrain, da cui ha acquistato 1 milione di dosi.

È il sesto vaccino contro il coronavirus ad essere autorizzato nel Regno Unito, unendosi ai vaccini AstraZeneca, Pfizer, Moderna, Janssen (Johnson & Johnson) e Novavax.

Concludere il contratto

Tuttavia, il suo utilizzo rimane incerto. Il mandato arriva sette mesi dopo una grande delusione per il gruppo: la risoluzione da parte del governo britannico di un contratto da 100 milioni di dosi.

Quindi il governo ha invocato l’inadempimento di Valneva ai suoi obblighi, al quale il laboratorio si è opposto.

E la campagna di vaccinazione contro il Covid ha ora segnato chiaramente il tempo nel Regno Unito, che è stato duramente colpito dalla pandemia di coronavirus con oltre 171.000 morti.

Più del 92% della popolazione di età pari o superiore a 12 anni ha già ricevuto la prima dose del vaccino Covid-19, l’86,2% una seconda dose e il 67,8% una dose di richiamo.

“La Commissione indipendente per i medicinali per uso umano e la sua task force di esperti su Covid-19 hanno esaminato le prove disponibili e […] Il professor Munir Bir Muhammad, presidente di questo comitato, ha affermato in questo comunicato stampa che il rapporto interesse/rischio è positivo.

Ha sottolineato che questo vaccino “due dosi [étaient] Necessario prima che si attivi una forte risposta anticorpale. Ciò significa che le persone dovrebbero essere informate che la protezione non inizierà fino a dopo due dosi”.

fabbrica in Scozia

Un’azienda di circa 800 dipendenti e storicamente con sede a Saint-Herblain, vicino a Nantes (Francia occidentale), dove si trovano i suoi laboratori, Valneva ha tre sedi fuori dalla Francia. Tra questi, uno stabilimento a Livingston, nei pressi di Edimburgo in Scozia, è dedicato alla produzione di principi attivi per i vaccini, compreso il siero del sangue contro il Covid-19.

Il vaccino contro il Covid-19 utilizza la nota tecnologia dei virus inattivati, un processo che crea una risposta immunitaria nei pazienti iniettando loro un intero virus, a cui è stata negata la capacità di nuocere. È la stessa tecnologia utilizzata nel vaccino contro l’encefalite giapponese.

Può essere conservato alla temperatura dei frigoriferi convenzionali, il che lo rende più facile da usare.

Nel Regno Unito, può essere utilizzato in persone di età compresa tra 18 e 50 anni, con la prima e la seconda dose assunte a distanza di almeno 28 giorni.

La rimozione arriva mentre il numero di decessi correlati al coronavirus registrati ogni settimana in Inghilterra e Galles continua ad aumentare, sebbene rimanga ben al di sotto dei livelli visti nelle precedenti ondate di virus.

Il laboratorio ha anche firmato un accordo con la Commissione Europea per fornire un massimo di 60 milioni di dosi in due anni nel 2022 e nel 2023.

con AFP

.

Leave a Comment

%d bloggers like this: