MLB: I giocatori non vaccinati di Yankees e Mets non potranno giocare in casa in questo momento

La star dei New York Yankees Aaron Judge ha rifiutato di rispondere direttamente a una domanda sul suo stato di vaccinazione martedì, poiché New York City richiedeva che ogni dipendente del settore privato fosse vaccinato contro il coronavirus.

“Sono ancora concentrato per arrivare alla mia prima partita della primavera”, ha detto Judge al complesso di allenamento della squadra in Florida. Vedrò le conseguenze quando sarà il momento. Ma al momento, molto può cambiare. Quindi non sono troppo preoccupato per questo in questo momento”.

Come il playmaker dei Brooklyn Nets Keri Irving, i giocatori non vaccinati degli Yankees e dei New York Mets non potranno indossare le loro divise alle partite locali a causa del mandato del datore di lavoro della città che entrerà in vigore il 27 dicembre.

La regola è la stessa per tutti, che si tratti di una squadra sportiva che gioca al chiuso o all’aperto. Un funzionario del consiglio comunale che non è stato identificato ha notato che l’inizio della stagione è tra un mese, quindi determinare cosa accadrà mentre la città continuerà a monitorare i casi di COVID-19 è molto lontano.

Gli Yankees hanno dichiarato in una dichiarazione che il team leader Randy Levine “sta lavorando con il consiglio comunale e tutte le altre parti interessate su questo argomento”.

“Non abbiamo ulteriori commenti”, ha aggiunto la squadra.

Gli Yankees apriranno la loro stagione in casa contro i Boston Red Sox il 7 aprile.

Il giudice è apparso in tre partite All-Star e ha capitanato lo spogliatoio di New York. La scorsa stagione, ha segnato 0,287 e ha segnato 39 fuoricampo. È stato classificato 4 ° nella votazione del giocatore più prezioso d’America. Potrebbe diventare un free agent dopo questa stagione, anche se ha espresso un vivo interesse a firmare un contratto a lungo termine con gli Yankees.

Anche se la misura di New York verrà revocata, i giocatori degli Yankees non vaccinati dovranno saltare le nove partite in programma a Toronto contro i Blue Jays. Il governo canadese richiede che una persona riceva una seconda dose del vaccino – o una dose di Johnson & Johnson – almeno 14 giorni prima di entrare nel Territorio.

La Major League Baseball e la Players’ League hanno concordato, come parte del loro nuovo contratto la scorsa settimana, che i giocatori non vaccinati non saranno pagati per le partite che perdono a Toronto a causa del gioco obbligatorio.

La prima visita degli Yankees a Toronto è una serie di tre partite che inizierà il 2 maggio.

Il manager degli Yankees Aaron Boone ha annunciato domenica di essere preoccupato per l’impatto delle regole sanitarie sulle squadre di Toronto.

“Sarà interessante, per non dire altro, vedere come si svilupperà questa situazione”, ha detto Boone. Penso che abbiamo ancora alcuni uomini non vaccinati, quindi lo terremo d’occhio e vedremo come si sviluppa. Ma sì, questa è una preoccupazione.

Leave a Comment

%d bloggers like this: