Novavax preferito è arrivato troppo tardi

Questa era la grande storia dell’epidemia. Un vaccino efficace e sicuro, ma soprattutto alla portata delle masse, e prioritario per le fasce più svantaggiate. “Se l’immunologia è corretta, il vaccino Novavax è il migliore”Stefan Paul, del Comitato Scientifico sui Vaccini Covid. Con un tasso di protezione fissato a oltre il 90%, è davvero uno dei migliori prodotti e “Potenziatore Omicron” sotto processo. Un altro vantaggio: non contiene RNA ma solo proteine ​​del virus, che vengono prodotte in laboratorio nelle cellule degli insetti. È probabile che un processo già utilizzato in alcuni vaccini (epatite B, papillomavirus) rassicuri una parte della popolazione ansiosa sulla natura innovativa della tecnologia dell’RNA messaggero. Inoltre, questo vaccino può essere conservato per nove mesi in frigorifero (tra 2 °C e 8 °C), che è molto più conveniente dei -15 °C richiesti per i prodotti a RNA.

Molti vantaggi che trasformano rapidamente questo candidato in un grande favorito con la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI). Nella primavera del 2020, questa alleanza pubblico-privato mirava a garantire un accesso equo ai vaccini ha assegnato 365 milioni di euro a Novavax, che non ha ancora sviluppato alcun prodotto dalla sua creazione nel 1987. Si tratta della più grande sovvenzione CEPI durante la pandemia. “Un accesso equo significa che il vaccino candidato è disponibile prima per la popolazione a rischio, quando e dove è necessario e a prezzi ragionevoli”, Possiamo leggere il contratto tra Novavax e CEPI.

Pochi mesi dopo, Maryland Biotech ha firmato una partnership con il più grande produttore mondiale di vaccini: il Serum Institute of India (SII). E nel febbraio 2021 la Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) ha presentato domanda per conto di Covax, il sistema internazionale creato per garantire la distribuzione globale dei vaccini contro il Covid-19. Il volume di pre-acquisto ha inizialmente raggiunto i 350 milioni di dosi, per poi aumentare a 1,1 miliardi grazie a un altro accordo tra GAVI e SII. L’Europa è più timida: non firma un accordo di prevendita fino ad agosto 2021, con un volume fino a 200 milioni di dosi, uno dei più piccoli degli otto contratti firmati dalla Commissione Europea (alla fine sono già 69 milioni di dosi stato ordinato).

grande inciampo

Questo è il primo granello di sabbia storia di successo : L’azienda sta affrontando problemi nell’avvio della produzione che ritardano le approvazioni. Devi aspettare fino all’1Versetto Novembre 2021 affinché l’Indonesia emetta il primo mandato. Monitoraggio delle Filippine. Quindi, il 17 dicembre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilasciato la sua nona autorizzazione all’uso di emergenza per Covovax, il nome dato al vaccino Novavax prodotto su licenza e commercializzato da SII. Tre giorni dopo, è stata la volta dell’Agenzia europea per i medicinali di concedere la quinta autorizzazione all’immissione in commercio condizionale di Nuvaxovid. Il nome è diverso, ma è lo stesso prodotto, fatto nello stesso posto (almeno così le fabbriche europee possono subentrare). L’unica differenza: Novaxovid è commercializzato da Nuvaxovid, in quanto il suo prezzo (circa 20 euro a dose) è 6-7 volte più costoso di Covovax.

Hai ancora il 62,02% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Leave a Comment

%d bloggers like this: