Sei preoccupato per una terza dose di vaccino contro il coronavirus?

Molti segmenti di pubblico possono beneficiare della dose di richiamo per la campagna di vaccinazione contro il COVID-19. Dal 15 dicembre il mantenimento della tessera sanitaria sarà subordinato alla dose di “richiamo” per gli over 65 anni.

50 milioni di persone in Francia sono state completamente vaccinate contro il coronavirus SARS-CoV-2, all’inizio di novembre 2021. Ciò significa che hanno raggiunto il programma vaccinale completo, con due dosi. Molti paesi hanno avviato una strategia di dosaggio di richiamo. Perché la vaccinazione rimane efficace, soprattutto contro le forme gravi, e serve quindi a limitare la prevalenza di varianti, come la variante delta. Una terza iniezione, detta “booster”, serve per potenziare la protezione immunitaria conferita dalle prime due dosi (è quanto suggeriscono studi preliminari).

La terza iniezione in Israele è disponibile per tutti, a partire dai 12 anni. Ma nella maggior parte dei paesi, la strategia del vaccino di richiamo prevede prima di somministrare una dose di richiamo ai soggetti più a rischio.

Qual è la strategia in Francia? Hai diritto alla terza dose?

Una terza dose sarà presto disponibile per i cinquantenni

In Francia, Emmanuel Macron ha confermato la sua volontà di sviluppare una strategia della terza dose. E la Suprema autorità sanitaria ha emesso parere in merito, il 24 agosto 2021, dopo averlo deferito al ministero della Salute.

HA quindi consigliato di avviare una strategia pull a metà settembre, ma per un pubblico limitato: “ Una dose di richiamo è raccomandata, a questo punto, per le persone di età superiore ai 65 anni, nonché per quelle con comorbidità che sono a rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19. »

Da allora, Emmanuel Macron ha ripreso la parola, il 9 novembre 2021: ha annunciato che il prossimo dicembre sarà lanciata una campagna di richiamo per le persone di età compresa tra 50 e 64 anni. Dal 15 dicembre il mantenimento della tessera sanitaria sarà subordinato a questa dose di richiamo per le persone di età superiore ai 65 anni..

Le voci di un imminente impegno per una terza dose a quanto pare non sono sfuggite a francesi e francesi. Doctolib ha rivelato che gli appuntamenti per una dose di richiamo sono aumentati notevolmente negli ultimi giorni, con 98.000 richieste registrate il 9 novembre, il doppio della media dei sette giorni precedenti.

Nel dettaglio, le persone attualmente o molto presto interessate dalla terza dose sono:

  • Il Residenti di Ehpad e USLD ;
  • Persone di 65 e oltre Vivere in casa (hanno la priorità le persone con più di 80 anni);
  • Persone tra i 50 e i 64 anni, Da dicembre 2021E il
  • le persone In grave pericolo di forma grave ;
  • persone con comorbilità che possono aumentare il rischio di forme pericolose;
  • le persone grave immunità.

Notiamo che Vaccino di Janssen / Johnson & Johnson Presumibilmente, una dose ha cambiato stato: le persone che hanno ricevuto il vaccino J&J dovrebbero ricevere una seconda iniezione fatta con il vaccino mRNA da Pfizer o Moderna.

In tutti i casi Un periodo non inferiore a 6 mesi Deve essere osservato tra la seconda iniezione e la terza dose di richiamo.

Il 6 ottobre 2021 l’Autorità sanitaria suprema ha approvato il principio dell’iniezione di richiamo Professionisti che si prendono cura o supportano le persone vulnerabili nel settore della medicina sociale. L’autorità ha anche approvato questa dose stimolante per Quelli con immunodeficienza. Questa decisione è possibile perché, lunedì 4 ottobre, l’Agenzia europea per i medicinali ha dato la sua approvazione affinché tutti gli adulti potessero ricevere una dose di richiamo.

Per più

Leave a Comment

%d bloggers like this: