Sreeja fa una svolta a Shillong Heights

Vincere il suo primo titolo nazionale di singolare è stata un’esperienza catartica per la 23enne pagaia. Spera di iniziare una carriera di successo in eventi sia nazionali che internazionali

Vincere il suo primo titolo nazionale di singolare è stata un’esperienza catartica per la 23enne pagaia. Spera di iniziare una carriera di successo in eventi sia nazionali che internazionali

Shillong è il piacere di un turista. La vista su valli, montagne, fitte foreste e puliti bacini fluviali è mozzafiato. La capitale di Meghalaya può accontentare qualsiasi nuovo visitatore.

Ma per i giocatori riuniti al massimo torneo nazionale di ping pong in Scozia dell’Est, che si trova a quasi 5.000 piedi sul livello del mare, il modo in cui la palla si muoveva durante il rally non è stato piacevole. “La palla sta fluttuando qui”, ha osservato il 10 volte campione nazionale Sharath Kamal, “il che rende difficile giocare”.

Le condizioni difficili al SAI Indoor Stadium, situato nella spaziosa North-Eastern Hill University, hanno cementato il successo di Akula Sreeja: una vittoria importante, un primo titolo nazionale.

Inoltre, la 23enne di Telangana non era una contendente per il titolo di singolare femminile. Il terzo classificato, presentandosi in semifinale – come nell’edizione precedente – è stato pari al corso.

Le circostanze non sono facili

“Le condizioni non erano facili”, ha ammesso Sriga, ma le sono piaciuti gli ambienti naturali. “Dalla mia camera la vista era bellissima. La vista sulle montagne e sui boschi era davvero fantastica.”

Vincere le nazionali è stata un’esperienza curativa per Srega. Nei precedenti campionati nazionali, siano essi junior, junior o junior, la pressione inevitabilmente ha preso piede.

“Avevo la sensazione che il mondo mi stesse cadendo addosso”, ha detto, descrivendo come si è sentita quando ha gareggiato in altre Nazionali.

Questa volta era preparata mentalmente e fisicamente, grazie a Dream Sports che le ha organizzato il lavoro con uno psicologo e ha finanziato il suo viaggio.

Ora sorride e si gode l’adulazione, ma c’è stato un momento nella sua vita in cui i risultati non sono arrivati; Si sentiva come se fosse a un bivio.

“E’ stato frustrante”, ha detto Srija. “Stavo perdendo in semifinale nella divisione giovanile. Sono stato il n. 2 tra le giovanili nel 2016-2017. Nello stesso anno ho raggiunto la finale del Central District Championship a Baroda, perdendo contro Sutitha Mukherjee. Sul Ho sconfitto giocatori come Maneka Patra, Madurika Patkar e Musumi. Paul è arrivato tra i primi dieci tra le donne e il numero uno tra i giovani. Ma non ero sicuro di dove fossi”.

sentirsi sicuri

Per gli atleti indiani, non importa quanto siano grandi i loro risultati, un lavoro a tempo indeterminato dà un senso di sicurezza. “Dopo aver ottenuto un lavoro presso la Reserve Bank of India nel 2017, sono diventato fiducioso. È stata una cosa importante nella mia vita. Tutti nella mia famiglia e nei miei parenti si sentivano bene. Alla fine, tutti hanno sentito che sono stabile nella vita”.

Dopo essere stata eliminata in semifinale ai Nationals 2020 di Haryana, Sreeja ha allestito un’arena difficile e ha organizzato un programma serrato e rigoroso con Somnath Ghosh, il suo allenatore di lunga data, per l’evento Shillong.

Anche la fortuna ha aiutato lei. La cacciata della testa di serie e campionessa dei Giochi del Commonwealth Maneka Batra nella prima metà del sorteggio ha spianato la strada a Srega.

L’aspetto più impressionante della vittoria di Sriga è che ha perso un totale di solo sei partite su sei, il che la dice lunga sul suo controllo.

Con una lunga bolla di gomma sul lato posteriore, Sreeja fa bene a bloccare e annullare i tiri offensivi del suo avversario; Lo usa ugualmente bene per spingere, dribblare e posizionare la palla in modo appropriato.

Con la gomma rovesciata più comunemente usata sulla mano anteriore, lo Sreeja è un attaccante implacabile, dandogli il boom e il sollevamento che richiede.

Nella semifinale contro Aika Mukherjee, l’assassino di Maneka, Sriga ha usato alla perfezione il suo gioco di attesa, battendo un avversario con la stessa tecnica e gomma.

In condizioni in cui la palla si muove piuttosto lentamente, il giocatore che trova la posizione corretta per attaccare ha un vantaggio. Srija, a questo proposito, era nel posto giusto. Anche se si è difesa molto bene, grazie al suo elastico “divertente”, non ha mai sussultato alla sfida di attaccare, quando si è presentata l’occasione.

Prendendo la vetta contro Moma Das di 4’10”, cinque volte campione nazionale tornato a praticare lo sport all’età di 38 anni, tre anni dopo, Srega non era per niente disorientato. Ogni volta che Moma sparava un famoso “colpo piatto” con un diritto, Srija lo annullava con un rovescio.

Somnath, che è stata l’allenatore di Srija negli ultimi 15 anni, ha apportato un enorme cambiamento nel suo approccio al gioco, cosa che ha iniziato a realizzare durante il torneo di Dehradun nel 2021″. In precedenza, quando l’ho rimproverata per un tiro sbagliato, lei In Cycle Dehradun, era così sicura di sé e ogni volta che si arrabbiava, mi diceva: “Ci penserò io”.

Sreeja si allena alla Ultimate Table Tennis-Somnath Ghosh TT Academy di Hyderabad, insieme a una serie di grandi giocatori indiani tra cui SFR Snehit, Sourav Saha, Anukram Jain e Prapti Sen. Nonostante sia parte integrante dello sviluppo di Sreeja, Somnath ne condivide il merito.

“Penso che non siamo solo io o Sriga”, ha detto. “Il successo è stato possibile solo grazie al lavoro di squadra… molte persone, incluso l’allenatore Sandeep Gupta. Siamo andati ad allenarci nella sua accademia a Delhi prima degli Shillong Nationals – è specializzato nell’allenamento di canottaggio con i brufoli lunghi.

“Eravamo a Chennai per un po’ quando Charath Kamal ha organizzato un campo e abbiamo combattuto con una varietà di giocatori. Un ringraziamento speciale anche al nostro allenatore di fitness Hirak Bagshi.

“Inoltre, se non fosse stato per il supporto di KT Rama Rao, Ministro dell’Information Technology nel governo di Telangana, e Amarnath Reddy, Chief Relationship Officer presso il Ministero dell’Information Technology, non sarei stato in grado di produrre roamer come Sreeja .”

La maggiore sicurezza e compostezza di Srija sono state evidenti a Shillong, poiché ha deciso di cambiare gomma dopo i quarti di finale.

“Ho giocato con il Rubber Spin Lord nei quarti di finale sulla schiena e dai quarti di finale fino alla finale ha giocato con Tibhar Grass. Ho pensato che fosse audace e ho parlato molto della sua stabilità mentale. Ha fatto un enorme cambiare il modo di pensare, ed è stato grandioso.

Somnath dice che il top spin di Sreeja, il suo più grande punto di forza, a volte è stato anche un problema, diventando una fonte di errori non intenzionali. “Le ho detto di allungare le braccia mentre sfiorava la palla. Ha iniziato a credere nel processo ed è diventata più sicura di sé sul dritto ed è diventata anche più coerente”.

Bene con i brufoli lunghi

Per un po’, Srija non fu del tutto convinta dalla gomma dalle lunghe vesciche, ma il successo di Maneka le fece cambiare idea. “Aveva l’impressione che un lungo brufolo non avrebbe fatto molta differenza. Dopo il successo di Manika, tutto è cambiato”, ha detto Somnath.

Somnath ha detto, tuttavia, che Srija aveva bisogno di capovolgere il suo rally nel mezzo del suo rally, come fa Maneka, per eliminare gli avversari con un cambio di gomma se voleva eccellere sulla scena internazionale. “Deve farlo spesso. Lo fa solo ora quando è al comando”, ha detto Somnath. Avrà l’opportunità di lavorarci a settembre: dovrebbe giocare in un club di alto livello a Zagabria.

All’orizzonte per Sriga, testa di serie numero uno nel circuito nazionale, ci saranno i Giochi del Commonwealth a Birmingham, dove crede che l’India possa detenere l’oro per la squadra femminile.

“Penso di poter raggiungere le semifinali del singolo CWG e rimanere in India #1 per qualche altro anno”, ha detto. Un altro obiettivo, secondo Somnath, è quello di entrare nella top 50 mondiale – attualmente è 68esima – entro il 2023.

Qualunque cosa tu continui a ottenere, i siti degli Shillong Nationals e la città originale rimarranno impressi nella memoria di Sreeja. Spera di essere il primo tra tanti titoli, e un passo importante nel percorso di realizzazione delle sue ambizioni nelle competizioni nazionali e internazionali.

Leave a Comment

%d bloggers like this: