Virus responsabile dell’epatite nei bambini?

L’infezione da adenovirus è generalmente lieve, ma può causare sintomi come tosse, febbre, infezioni all’orecchio, congiuntivite o gastroenterite e, raramente, epatite. Come viene inviato? Qual è il trattamento? risposte d. Fabien Cuchert, pediatra.

gli adenovirus infettano Soprattutto i bambini piccoli. Provoca principalmente infezioni benignoInsieme a picchi epidemia in inverno e primavera. In una persona immunocompromessa, l’infezione può essere grave. Nei neonati, potrebbe essere responsabile bronchiolite Basato su Polmonite. Nell’aprile 2022, Misterioso focolaio di epatite acuta Si osserva nei bambini piccoli in Europa (compresa la Francia) e negli Stati Uniti. Di fronte a questo strano aumento dei casi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un rapporto che avanza infezione da adenovirus come possibile causa. L’adenovirus (tipo 41) è stato identificato nei campioni di feci di quasi la metà dei bambini infetti. “Sebbene attualmente si presuma che l’adenovirus sia la causa sottostante, non spiega completamente la gravità del quadro clinico.si riferisce all’organizzazione. Come si viene infettati dall’adenovirus? che cosa sintomi Si allena come Diagnosi ? Come faccio Trattamento dell’infezione da adenovirus ? Approfondimenti dal Dr. Fabien Cochert, pediatra e presidente dell’Associazione francese di pediatria ambulatoriale (AFPA).

Definizione: cos’è l’adenovirus?

L’adenovirus lo è virus Comuni ma di cui non si parla come influenza, bronchiolite o COVID-19 per esempio, tanto quanto Provoca infezioni abbastanza lieviIl Dr. Fabian Kochert chiede fin dall’inizio che i virus abbiano un genoma di DNA o RNA, che li colloca in due diverse categorie.

ghiandolare (che appartiene alla famiglia degli Adenoviridae) È un virus del DNA (senza busta, vedi tabella sotto), cioè il suo genoma – Tutto il suo materiale genetico – È costituito da DNA.

► Il virus dell’influenza o il virus Covid sono virus a RNA, ovvero il loro genoma è costituito da RNA. I virus possiedono RNA tassi di mutazione più elevati di virus a DNA.

Diagramma schematico della struttura dell’adenovirus © Olga – stock.adobe.com / Rivista femminile

L’adenovirus viene trasmesso da Contatto diretto o raramente a mano (Toccando le mani con un oggetto o cibo contaminato) con secrezioni nasofaringee (Saliva, goccioline respiratorie…) o feci di una persona infetta.Spiega il pediatra. La trasmissione del virus è facilitata da Vita comunitaria, indoor, poco ventilata Si verifica più facilmente in alcune comunità come asili nido, scuole, asili nido, caserme o piscine. Come con tutti i virus, anche l’infezione da adenovirus può esserlo OspedaleCioè, il contratto è stato stipulato durante la permanenza in un’istituzione sanitaria (ospedale, clinica, ecc.).

L’adenovirus può essere facilmente trasmesso da una persona all’altra.

L’adenovirus è contagioso?

Sì. L’adenovirus può essere facilmente trasmesso da una persona all’altra attraverso l’aria. Inoltre, gli adenovirus sono altamente resistenti nell’ambiente e possono persistere per diverse settimane sulle superfici. Pertanto, il loro tasso di infezione è alto. Si trasmette frequentemente tra membri della stessa famiglia (genitori – figli).

Qual è il periodo di incubazione dell’adenovirus?

Il periodo di incubazione per l’adenovirus è da Da 2 a 14 giorni.

Non esiste un quadro clinico dell’adenovirus.

Quali sono i sintomi che causano l’adenovirus?

Come per tutti i virus respiratori, I sintomi non sono molto suggestivi. Non esiste un quadro clinico dell’adenovirus. Nei pazienti immunocompetenti come negli adulti (la competenza immunologica è la capacità dell’organismo di produrre una normale risposta immunitaria, dopo l’esposizione a un antigene), L’infezione può essere completamente asintomatica. Il segni mediciquando presenti, sono molto diversi:

  • nasofaringite
  • angina
  • Bronchiolite (nei bambini)
  • otite
  • Tosse
  • febbre (intensità moderata)
  • Danni agli occhi: congiuntivite o Cheratocongiuntivite (danno corneale). “La cheratocongiuntivite è il segno più comune di infezione da adenovirus, ma rimane tale raradefinisce il nostro interlocutore.
  • disturbi digestivi (Infiammazione dello stomaco e dell’intestino) con diarrea, vomito e dolore addominale.
  • cistite emorragica (rara)

Nei bambini e negli adulti con immunodeficienza (Avendo avuto un trapianto d’organo, per esempio), potrebbe essere un’infezione da adenovirus Più severo e dispersocon possibili danni a diversi organi:

  • Polmonite
  • Meningite
  • Infiammazione della levaparticolarmente grave e potenzialmente eccezionalmente fatale

utente, Non vi è alcuna indicazione che questo virus sia oggetto di ricerche accurate. Con la pandemia covid, TROD (Rapid Diagnostic Routing Tests) si sono diffusi e consentono di identificare il tipo di virus in questione in caso di quadro infettivo (influenza, RSV, adenovirus, ecc.)“, descrive il nostro interlocutore. Per quanto riguarda l’adenovirus, può essere identificato da a PCR (ricerca molecolare) di partenza Secrezioni respiratorie, campioni di sangue, feci, urina…”Se siamo di fronte a cheratocongiuntivite, possiamo fare il test PCR su un campione della congiuntiva, ad esempio. Possiamo anche cercare anticorpi come altri virus, ma Ha scarso valore diagnostico Dopo il recupero è consentita solo la diagnosi retrospettiva“, determina il pediatra. I referti PCR sono utili solo per le persone che sono deboli, immunocompromesse, trapiantate o che hanno una forma grave di infezione.

Nella stragrande maggioranza dei casi, l’infezione da adenovirus si risolve spontaneamente.

Qual è il trattamento per gli adenovirus?

Il trattamento è principalmente i sintomi Trattamento di febbre, tosse, dolore e diarrea… e aspetta che guarisca. Il periodo di recupero più lungo è la cheratocongiuntivite perché la cornea impiega molto tempo per guarire“, indica il nostro interlocutore. Nella stragrande maggioranza dei casi, l’infezione da adenovirus guarisce spontaneamente. Nessun antivirale è veramente efficace contro gli adenovirus. “Per l’influenza è disponibile un farmaco antivirale (Tamiflu®) che può limitare la replicazione del virus se somministrato abbastanza presto, ma non è stato descritto nulla per gli adenovirus‘, specificare.

Il rispetto delle precauzioni igieniche è essenziale per prevenire la trasmissione di adenovirus:

  • Lavarsi le mani regolarmente
  • indossando la maschera Per i malati o in presenza di persone vulnerabili
  • Nessun contatto stretto con una persona infetta
  • Disinfetta le superfici e gli oggetti potenzialmente contaminati perché questi virus trattengono a lungo l’infezione sulle superfici.

Esiste un vaccino contro l’adenovirus?

Il vaccino contro l’adenovirus non deve essere confuso con il vaccino contro l’adenovirus, che si riferisce a una specifica tecnica di protezione.

Non esiste un vaccino per l’adenovirus per la popolazione generale. L’esercito americano ha sviluppato un vaccino orale che si ritiene sia in grado di ridurre i casi di infezione da adenovirus, ma non è disponibile. Solo per personale militare. Si prega di notare, non dovresti Non confondere il vaccino contro gli adenovirus con i vaccini contro gli adenovirus Sono vaccini che utilizzano adenovirus non patogeni per l’uomo come vettore virale per immunizzare il corpo contro un altro agente infettivo, ad esempio Sars-CoV-2. Infatti, gli adenovirus (Rendilo innocuo) nella vaccinazione per suscitare una risposta immunitaria. È particolarmente Il principio di alcuni vaccini Covid Come Vaxzevria di AstraZeneca, il vaccino Janssen di Johnson & Johnson o il vaccino russo Sputnik V.

Grazie al Dr. Fabien Kochert, Pediatra e Presidente dell’Associazione Francese di Pediatria Ambulatoriale (AFPA)

Fonte: Società francese di microbiologia

Leave a Comment

%d bloggers like this: