Wellsboro Chelson conquista il primo posto nei campionati di ping pong 1600U | Gli sport

Wayne Chilson, nativo di Wellsborough, ha gareggiato nei 1600U Table Tennis Championships lo scorso fine settimana dal 29 al 30 aprile a Lancaster, dove ha preso il primo posto perché è stato in grado di eccellere nel suo gruppo di quattro concorrenti quel giorno.

Shilson, un membro del Wellsboro Table Tennis Club, pratica questo sport da quando aveva solo 10 anni, 26 anni di perfezionamento della sua arte. Ha iniziato in un seminterrato con i suoi genitori e fratelli prima di trasferirsi nel panorama competitivo di questo sport.

Una volta che ha scoperto la sua passione per la competizione in questo sport, tutto è decollato.

“Quando sono entrato nella competizione, sono rimasto affascinato”, ha detto Chilson del suo inizio in questo sport. “Sono venuto con Gary Kennedy qui a scuola, era il mio insegnante di informatica. Mi ha fatto giocare a tornei e ha fondato il Wellsboro Table Tennis Club.”

Il club si allena ogni giovedì sera nell’edificio amministrativo della Wellsboro High School alle 19:00 ed è in circolazione da quasi 22 anni fino a questo punto.

Il club lo ha aiutato a migliorare le sue capacità e da allora ha gareggiato e vinto in molti tornei tra cui la partecipazione al campionato statale sette volte negli ultimi vent’anni e la vittoria del campionato U18 all’età di 15 anni, conquistando il rango di competizione under 1200 anche.

“Ho giocato contro le quattro persone del mio gruppo, tu hai un gruppo e ci sono un massimo di 16 giocatori nel torneo statale”, ha spiegato Chilson. “Quindi ne avevo quattro nel mio gruppo e due dei migliori giocatori sono andati avanti in ogni gruppo e si è trasformato in un formato ladder a quattro giocatori”.

Entrando nel torneo, Chilson era il giocatore con il punteggio più alto nel suo gruppo e un giocatore di ping-pong di lunga data che ha vinto il livello del campionato statale prima di ritrovarsi ad avanzare ancora una volta nei round del torneo.

Shilson è un giocatore che fa molto affidamento sulla sua abilità difensiva, mentalità strategica e servizio che hanno portato al suo successo nel torneo.

“Sono molto bravo in difesa e sono un giocatore molto strategico”, ha detto Chilson. “Quando gioco nei tornei, cerco sempre di pensare a due passi avanti e a mettere il mio avversario in una posizione in cui posso avere lui e loro. A volte non devi colpire la palla per farlo, si tratta solo di mettere il palla dentro e mantenere le persone in equilibrio”.

Non ha avuto problemi a vincere una partita al primo round, ma è stato spinto un po’ di più nella sua seconda partita, poiché il suo avversario è riuscito a prendergli una partita prima di superarlo e andare avanti.

“Giochi fino a 11 e avanzi due volte e scambi, e devi vincere di due”, ha detto Chilson. “È un po’ come il tennis”.

Nonostante abbia iniziato nelle sue prime due partite, ha affrontato un giocatore molto difficile dopo che non è stato classificato perché era il suo primo campionato. Shilson stava cadendo durante la partita e sapeva che se avesse avuto qualche speranza di tornare a casa al primo posto, avrebbe dovuto intensificare il suo gioco.

“Avevo un ragazzo nel mio gruppo che non aveva una valutazione, quando inizi a ping pong devi andare in un torneo in cui entri e non hai una valutazione e ne ottieni una in base a quel torneo. ” disse Chilson. “Non puoi uscire dal tuo gruppo perché non hai una valutazione. Ma in base al suo gioco, questo ragazzo aveva probabilmente circa 1.800 voti… Si può solo dire che ha fatto molta pratica perché i suoi riflessi erano fenomenali e ha finito per picchiarmi”.

Uscendo dalla partita, sapeva che se avesse avuto qualche possibilità di progredire, avrebbe dovuto intensificare il suo gioco e, dopo un lungo viaggio in macchina per arrivarci, finalmente prepararsi e motivarlo a correre.

“Mi sono detto, ‘Non posso permettere che accada di nuovo,’ anche se questo ragazzo è stato sottovalutato”, ha detto Chilson. “Sapevo di avere un po’ freddo alla guida, ci sono volute tre ore e 20 minuti per arrivarci, ma poi una volta uscito non ho perso una partita”.

Shilson finirà la sua giornata dopo essere rimasto imbattuto e guiderà il contendente dei Poconos per 3-0 battendo due membri del club ospitante (Manor Club).

Nonostante fosse il giocatore numero uno in classifica in presenza, il giocatore che lo ha superato in semifinale è stato favorito da molti presenti che erano considerati il ​​miglior giocatore del club locale.

“Ho battuto uno dei loro giocatori in semifinale e l’altro in finale”, ha detto Chilson. “Il tizio che ho battuto in semifinale è stato quello che il loro club ha scelto per vincere tutto. Ne parlavano tutto il tempo e io ero classificato più in alto di tutti loro. Semplicemente non mi hanno mai visto giocare prima”.

Chilson è un grande sostenitore di coloro che sono interessati a entrare non solo nel tennis da tavolo, ma anche nel panorama competitivo dello sport, per uscire e imparare il gioco al Wellsboro Tennis Club giovedì per tutti i vantaggi che derivano da questo sport.

“Ti mantiene giovane”, ha detto Chilson del gioco. “È come se fossi seduto lì a fare un cruciverba o un puzzle, mantiene la tua mente acuta. Mi ricorda di giocare a scacchi, ma devi pensare un po’ più velocemente. La tua mano deve rispondere a quella palla e definire una strategia mettere il tuo avversario in una posizione debole”.

È anche uno sport per tutte le età, dai giovani agli adulti, e può essere un modo per mantenersi in salute non solo fisicamente ma anche mentalmente.

“Fa bene alla salute e chiunque di qualsiasi età può giocare”, ha detto Chilson. “Giocare non è costoso. È davvero un ottimo sport mentale e fisico per chi vuole uscire, fare esercizio e anche divertirsi”.

Per coloro che sono interessati a partecipare al Wellsboro Table Tennis Club, si incontrano il giovedì alla Wellsboro High School e sono aperti a chiunque voglia giocare e imparare il gioco da alcuni dei giocatori presenti indipendentemente dal livello di abilità.

“Di solito suoniamo per due o due ore e mezza a notte”, ha detto Chilson. “Siamo l’unico club intorno a noi che ha un club in cui giochiamo”.

.

Leave a Comment

%d bloggers like this: