Will Bailey vince l’oro in Slovenia

Nel suo primo torneo internazionale da quando ha vinto due argenti alle Paralimpiadi di Tokyo dell’anno scorso, Will Bailey ha festeggiato il suo ritorno vincendo il titolo di singolare a 7 uomini allo Slovenia Open di Lasko sabato. Con tutte le principali nazioni che gareggiano qui tranne la Cina, questo è stato il torneo più forte quest’anno al di fuori dei Campionati del Mondo, Phyllis Pickard (classe 6 femminile), Tom Matthews (classe 1 maschile), Jack Hunter Spivey (classe 5 maschile), Martin Perry ( classe 6 maschile) e Aaron McKibbin (classe 8 maschile) hanno vinto il bronzo nei loro eventi di singolare.

Bayley ha avuto alcuni grandi combattimenti nel corso degli anni con Jordi Morales, tra cui un epico set da cinque ai Campionati del Mondo nel 2018 che il 37enne spagnolo ha vinto prima di conquistare il titolo. Bailly ha iniziato bene in semifinale e ha condotto 2-0, ma Morales è un grande contendente ed è arrivato terzo 11-5. Bayley è poi andato in vantaggio di 10-4 al quarto posto, ma quando sono emersi match point e l’allenatore Greg Baker ha chiamato un time-out 10-7 e Bayley ha conquistato il set 11-8 e la partita 3-1 quando Morales ha servito in risposta. Lungo.

Questo lo ha portato alla partita finale dove ha affrontato Chalarmpong Bonpo della Thailandia. Si sono incontrati l’ultima volta a Tokyo, quando Bayley ha vinto in tre set ravvicinati e la medaglia di bronzo del Campionato asiatico ha iniziato alla grande per avanzare 7-2 nel primo set. Poi Bayley ha vinto sette punti consecutivi e ha vinto il set 11-9 e da quel momento ha sempre avuto il controllo, prendendo il secondo 11-5 e il terzo 11-5 per una vittoria per 3-0.

Bayley ha ammesso: “Ho iniziato molto lentamente, ma devo dargli credito perché ha iniziato così velocemente e così intelligente e me lo aspettavo ad essere onesto. Sul 7-2 mi sono detto che il suo servizio è vicino al lungo e ho provare ad attaccare perchè altrimenti mi batterà lui non voglio perdere perchè qualcuno viene verso di me e non sto facendo vedere niente quindi sapevo che dovevo provare ad attaccare per fortuna ho vinto quel set e penso è stato un grande slancio per me e sono stato solido per il resto della partita.

“Sono davvero contento di come ho giocato in questo torneo. È stata mentalmente dura perché stavamo passando dal doppio al singolo e dal doppio al singolo, che è mentalmente duro ed estenuante, ma sono davvero contento di averlo tenuto insieme. È difficile vincere tutti i tornei ora, quindi sono orgoglioso di vincere questo torneo. Non è facile e sto combattendo e lavorando duro come posso, quindi sono davvero orgoglioso e ho bisogno di divertirmi e festeggiare un po’ perché non sai mai quanti trofei vincerai”.

Il campione paralimpico di Rio ha festeggiato alzando la maglia regalata venerdì dal tre volte campione del mondo e paralimpico Jochen Walmert dopo aver perso i quarti di finale di doppio maschile in uno degli ultimi campionati tedeschi prima di ritirarsi. .

“È il mio eroe e volevo vincere per lui”, ha detto Bailey. “Ho imparato molto giocando in doppio con lui – ho imparato molto sul mio gioco e su come giocare tattica. Mi parla di tennis da tavolo e ha molte conoscenze e volevo farlo oggi in suo onore perché lui è il miglior giocatore della storia e voglio che tutti lo ricordino e sappiano quanto è fantastico – sono davvero entusiasta di questo perché è stato incredibile”.

classe maschile 1

Matthews ha avuto un inizio lento contro il campione del mondo Kim Hyun Ok della Corea che ha preso comodamente il primo set 11-3 ma il gallese è stato più competitivo dopo e i due set successivi sono stati vicini nonostante il numero due del mondo e la medaglia d’argento paralimpica dalla Corea Ha vinto entrambi 11-8, 11-9 per vincere 3-0.

Matthews ha detto: “Sono contento di essere diventato più forte man mano che la partita andava avanti, ma non puoi fare set economici e praticamente il primo set a cui l’ho consegnato e lui ne ha approfittato, motivo per cui devo tornare a tavolo da disegno e lavorare su alcune cose prima di incontrarlo di nuovo. Prenderò un po’ di cose dalla partita e tornerò più forte. Sono molto contento del torneo in generale, è uno degli eventi più forti dell’anno per Para, quindi Sono contento di essere arrivato in semifinale ma ovviamente deluso per la sconfitta, tornerò ad allenarmi e cercherò di batterlo ancora in un’altra competizione”.

5. classe maschile

Il numero due del mondo Jack Hunter Spivey e il campione del mondo 2014 Valentin Bowes hanno preso il sopravvento in semifinale. Gli ultimi due si sono incontrati a Tokyo l’anno scorso quando il tedesco ha vinto in tre set sulla strada per vincere i Giochi Paralimpici, ma oggi era molto più vicino. Hunter-Spivey è arrivato da dietro da 10-8 vincendo il primo set 12-10, ma Bowes ha pareggiato 1-1 e poi ha conquistato il secondo set 11-6 prima di vincere il quarto set 11-6 e la partita 3-1.

“E’ stato un buon inizio, ma Bowes è un campione paralimpico e un buon giocatore”, ha detto Hunter Spivey. “Oggi non mi sentivo al meglio – ci sono stati alcuni errori non di forza e non ho implementato le mie tattiche come volevo, ma è tutta un’esperienza di apprendimento e pratica. Arrivare alle semifinali di una grande competizione è sempre fantastico, e sono rimasto deluso dalla sconfitta. Ma ora devo andare avanti e vedere cosa posso migliorare. Mi sono divertito in questa settimana. Sono stato in grado di ottenere vittorie e sono felice di vederlo Lo sto ancora vincendo dopo che non ho gareggiato per un po’. Gioco a ping pong per vincere le partite e ho voglia di vincere le partite con grandi punti. Ho avuto quella sensazione questa settimana e ho bisogno di andare avanti – spero che tu sia nel Anche i Campionati del Mondo e i Giochi del Commonwealth, che saranno una grande esperienza per me”.

6. classe maschile

Martin Perry non aveva ancora battuto il Rongrog Thienium in sette incontri precedenti e il numero tre del mondo thailandese ha conquistato comodamente i primi due set nelle semifinali di oggi. Ma Perry ha trovato un nuovo livello in questo torneo e si è mantenuto in gioco con delle ottime giocate, salvando due match point sotto 10-8 prima di prendere il set 12-10. Dal 5-1 al quarto posto ha lottato per tornare al 7-7, ma il campione del London Handicap 2012 ha usato tutta la sua esperienza per spingere ancora e ha preso il set 11-7 e il match 3-1 quando Perry ha messo in rete la sua rimonta .

“Questo è il più vicino che abbia mai preso”, ha detto Berry. “E’ un ex campione paralimpico e numero tre del mondo, ma mi sentivo come se fossi nella partita. Ha ottenuto il primo set abbastanza facilmente, ma poi ho sentito che era molto stretto e avrebbe potuto andare in entrambi i modi. Se solo avessi appena iniziato meglio nel 4° set – da 5-1 sono passato a 7-7 quindi ho avuto un po’ di slancio e se fossi riuscito a conquistare quel set sarebbe stata una storia diversa. Ho giocato praticamente in tutti i primi 10 ora e mi sento come se potessi davvero competere con loro e vincere e questa è la cosa principale Sono ovviamente devastato di perdere, ma ho dimostrato qualcosa a me stesso nel torneo che ho giocato e nelle partite a cui ho partecipato sono stati stretti e questo è qualcosa che costruisce carattere ed esperienza che posso usare in futuro. È stato un buon torneo per me e ha molti aspetti positivi: l’unica cosa negativa è che non sono arrivato in finale”.

Classe maschile 8

In semifinale, il numero due del mondo Aaron McKibbin ha affrontato l’ucraino Victor Didoch per la prima volta da Tokyo quando ha spinto il quattro volte campione d’Europa nonostante la sconfitta per 3-1. La coppia ha avuto alcune partite ravvicinate in passato, ma Didoch ha segnato una vittoria/sconfitta per 16-0 contro il 30enne londinese e oggi ha dato il meglio di sé per vincere due set.

“È stata dura”, ha detto McKibbin. “È un giocatore molto bravo, molto intelligente e non riuscivo a trovare il mio ritmo contro di lui ad essere onesto. Ero davvero fiducioso di entrare in questo torneo perché l’ho pressato così tanto a Tokyo e mi aspettavo le mie possibilità in base al modo in cui il torneo è andato così lontano, ma è stata una di quelle giornate contro di lui, un grande giocatore e non ti dà molte possibilità, devi lavorare per tutto e se fai fatica a trovare il tuo ritmo sarà sempre dura contro lui. Sono felice di raggiungere le semifinali, questo è probabilmente il torneo più forte dell’anno ad eccezione del campionato del mondo, quindi sono molto felice di andare al prossimo torneo in Montenegro perché continuerò a farlo. Questa è la spinta di fiducia di cui ho bisogno perché sono il numero cinque al mondo, ma non ho giocato grandi partite nelle fasi in cui devo essere in classifica, quindi è bello arrivare a quel livello Buon allenamento Per due settimane in Inghilterra di tanto in tanto in Montenegro e spero di ripeterlo lì”.

Classe femminile 6

Dopo alcune esibizioni impressionanti questa settimana, Fleiss-Pickard non è riuscita a dare il meglio di sé contro la medaglia di bronzo mondiale e paralimpica Stephanie Gribb, e sebbene abbia lottato duramente, la tedesca numero quattro del mondo è stata sempre in vantaggio con una vittoria per 3-0.

“Sono rimasto molto deluso dalla mia prestazione”, ha detto Picard. “Mi sentivo come se avessi lasciato che lei salisse in cima e dettasse il gioco, ma poi è solo un’altra esperienza di apprendimento e diventerò più forte la prossima volta. Mi sto decisamente avvicinando ai migliori giocatori e ho fatto progressi in questo torneo anche se non mi sembra di aver ancora mostrato il livello, ma penso che arriverà con fiducia. Se continui a giocare tornei e continui a giocare partite, penso che il livello arriverà”.

L’elenco completo degli atleti britannici che gareggiano in Slovenia è:

Will Bailey – 34 – Tunbridge Wells / Brighton (Classe 7)

Theo Bishop, 18 anni, Berry (Classe 7)

Jack Hunter Spivey – 27 – Liverpool / Sheffield (Classe 5)

Andrew Jay – 37 – Buffy Tracy (Classe 2)

Tom Matthews – 29 – Aberdare (Classe 1)

Aaron McKibbin – 30 – Londra / Epsom (Classe 8)

Martin Perry – 28 – Paisley / Dumbarton (Classe 6)

Fleiss Pickard – 27 – Burnley / Sheffield (Classe 6)

Billy Shelton – 23 – Stonehouse / Sheffield (8a divisione)

Joshua Stacy – 22 – Cardiff / Sheffield (Dieta 9)

Grace Williams – 19 – Wrexham / Sheffield (Classe 8)

Ross Wilson – 26 – Minster / Sheffield (8a divisione)

Lee York – 33 – Wakefield (Classe 4)

Richieste dei media:

Per ulteriori informazioni e/o fotografie, si prega di contattare Francesca Bullock, addetto stampa del British Para Table Tennis Team allo 07768 515841 o e-mail: [email protected]

Segui la squadra di tennis da tavolo British Para su Twitter @BritishParaTT

Leave a Comment

%d bloggers like this: